polizia penitenziaria top

logo trasparente

facebook newemail icon png clipart backgroundwhatsappyoutube playtwitter

 

 

Ascolta qui l'intervento del Segretario Nazionale Armando Algozzino

ComunicatoIl 21 novembre 2023 presso il DGMC c’è stato l’incontro tra le OO.SS. e l’Amministrazione, per discutere la bozza del P.C.D. riguardante le piante organiche di sede del personale non dirigente del Corpo di Polizia Penitenziaria per il Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità.

         La UILPA Polizia Penitenziaria, dopo aver fatto i dovuti apprezzamenti all’Amministrazione per il lavoro svolto e alla luce della carenza di personale, sia per alcuni Istituti che per le unità destinate all’Esecuzione Penale, ha ritenuto di non firmare.

         Anche alla luce del D.L. del Governo che sta incrementando gli ingressi negli Istituti Minorili e nei C.P.A.

         La UILPA Polizia Penitenziaria, rappresentata dal Segretario Nazionale Armando Algozzino, nel suo intervento si è soffermata sulle seguenti priorità:

  • rilevare che le unità previste per i vari Uffici Interdistrettuali, distrettuali e Locali di Esecuzione Penale sono insufficienti per avere una corretta funzionalità ed efficienza, rispetto ai motivi per i quali sono stati previsti;
  • che a ogni Ufficio Interdistrettuale il personale venga assegnato direttamente a livello Ministeriale nelle piante organiche nelle sedi Locali delle Province collegate e non lasciate al singolo arbitrio del Dirigente Regionale.
  • Sottolineando che il carico di lavoro che determinano le traduzioni nei grossi istituti che di fatto detraggono il personale ai propri compiti specie nei grossi Istituti.
  • che il Nucleo di Pronto intervento gestito dal DGMC sia utilizzato con maggiore frequenza, ritenendolo uno strumento utile di supporto per ogni evenienza negli Istituti Minorili.
  • Ha chiesto la revoca del Provvedimento relativo all’invio in missione del personale dell’I.P.M. di Pontremoli all’I.P.M. di Milano. Inoltre, ha rappresentato per tale Provvedimento, l’inamovibilità dei dirigenti sindacali nel rispetto dell’art. 6, comma 1 del nuovo Accordo Quadro Nazionale.
  • Ha chiesto delucidazioni sui provvedimenti e sulle disposizioni di rientro di personale all’I.P.M. di Nisida che di fatto si sono caratterizzate solo per poche unità.
  • Ha ribadito l’importanza che dovevano avere i Nuclei di Polizia Penitenziaria, riguardo all’attività per i quali erano stati costituiti, in quanto la loro funzione era quella di ridurre la popolazione detenuta negli Istituti per adulti a seguito dei controlli domiciliari, con i braccialetti elettronici ecc.

L’Amministrazione ha preso atto delle nostre osservazioni rinviando ad un altro momento la rivalutazione delle Piante Organiche, con eventuali modifiche ed assicurando di valutare la situazione dell’I.P.M. di Nisida e rivedere il Provvedimento dell’I.P.M. di Pontremoli.

         Per maggiori dettagli, è disponibile online la registrazione audio dell’intervento UIL.

Potrebbe interessarti anche:

E-Mail (@polpenuil.it)

Accedi a Aruba WebMail

 

Qui le Istruzioni per l'uso

Notizie dal territorio

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Elenco per istituto