polizia penitenziaria top

FESI integrativo 2016 – La UIL non firma (Ultim'Ora)

Si è tenuta questa mattina al DAP, presieduta dal DGPR Buffa, la riunione per la stipula dell’accordo integrativo relativo al FESI anno 2016.

L’accordo si è reso necessario per determinare la destinazione delle ulteriori risorse stanziate dalla legge di stabilità per l’anno 2014, ripartite con DPCM del 2 agosto 2016, e pari, complessivamente, a euro 5.959.365,00 “lordo dipendente”.

La UIL, ritenendo che in questi anni di vera emergenza penitenziaria, con tutte le ripercussioni che ne derivano (aggressioni in primis), il maggiore sacrificio e disagio lavorativo abbia riguardato gli addetti alle sezioni detentive, particolarmente se con elevato numero di detenuti, ha chiesto che parte delle somme aggiuntive fossero destinate ad incentivare proprio quegli operatori.

Tuttavia, le altre OO.SS. presenti (assenti SAPPe e OSAPP) sono state irremovibili rispetto alla proposta iniziale formulata dall’Amministrazione, sottoscrivendo così un “accordo di minoranza” (le OO.SS. a oggi firmatarie rappresentano meno del 50% degli operatori sindacalizzati) che prevede la distribuzione delle risorse interamente sulle fattispecie A1 (92 centesimi) e A2 (46 centesimi) dell’Accordo (anno 2016).

L’audio del principale intervento UIL è disponibile online
Qui il testo dell'Accordo

Potrebbe interessarti anche:

Mercoledì, 27 Aprile 2022 07:12

DGMC.27/04/2022.0023159.U - Decreto del Ministero della Giustizia recante modifiche al Decreto del Ministero della Giustizia 20 novembre 2019, concernente la riorganizzazione dei Centri per la...

Lunedì, 06 Giugno 2022 10:21

Cremona, la spia di un sistema da cambiare - Giustizia Caffè - Interviene il Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria Gennarino De Fazio    

Lunedì, 11 Aprile 2022 15:36

GDAP: 0141820 -  Nota congiunta OO.SS. Pol.Pen.- Istituti Penitenziari di Parma - Situazione al collasso

E-Mail (@polpenuil.it)

Accedi a Aruba WebMail

Qui le Istruzioni per l'uso

Notizie dal territorio

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Elenco per istituto